[STREAMING ITA] Friends The Reunion 2021~ # HD F I L M COMPLETO ONLINE (gratis) G U A R D A R E Italiano

CB01→> #Friends The Reunion «Film 2021 ®Completo — Online GRATIS

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬ஜ۩۞۩ஜ▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

#STREAMING ░▒▓█►https://friends-the-reunion-ita.blogspot.com/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬ஜ۩۞۩ஜ▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

Genere: Commedia
Lingua originale: inglese
Direttore: Ben Winston
Data di rilascio (streaming): 27 maggio 2021
Durata: 1h 44m

Il 1° gennaio 2020, allo scoccare della mezzanotte, Friends è stato rimosso senza tante cerimonie da Netflix dopo cinque anni. La sitcom della NBC, che era una delle proprietà più popolari dello streamer, sarebbe presto diventata il fiore all’occhiello del nuovo servizio in abbonamento di WarnerMedia, HBO Max, accompagnato da uno speciale di riunione molto pubblicizzato con il cast originale. Ovviamente, l’epidemia globale di Covid-19 ha temporaneamente affondato i piani per lo speciale e, nei primi mesi della pandemia, i fan in quarantena a casa sono stati brevemente lasciati senza una piattaforma ufficiale su cui trovare conforto nei vecchi amici come molti avevano fatto. TV terrestre sulla scia dell’11 settembre, che ha riportato lo spettacolo in cima alle classifiche Nielsen dell’epoca.
In un certo senso, però, Friends: The Reunion sta arrivando in tempo, un anno dopo il lancio originale di HBO Max, e proprio mentre parti del mondo, inclusi gli Stati Uniti, stanno tornando alla normalità (-ish). I social media sono inondati di strattonanti, alcuni potrebbero dire manipolatori, video di famiglie e amici che si riuniscono per la prima volta da prima della pandemia e, nonostante la sdolcinatezza dello speciale, questo contesto aggiunge un nuovo livello di intensità alle reazioni lacrimose del cast al vedere i vecchi set, le clip dello spettacolo e, ovviamente, l’un l’altro.

Parte di ciò che ha reso Friends una sitcom così amata è stata la capacità dei suoi scrittori di ruotare senza sforzo tra commedia e dramma, tra umorismo fisico e pathos emotivo, e la straordinaria abilità del cast di soddisfare — e superare — quel limite. Jennifer Aniston, Courteney Cox, Lisa Kudrow, Matt LeBlanc, Matthew Perry e David Schwimmer sono così bravi, infatti, che anche guardandoli, in Friends: The Reunion, si siedono semplicemente intorno a un tavolo e leggono i dialoghi dalla sceneggiatura della stagione -cinque episodi “The One Where Everybody Finds Out”, in cui Phoebe viene a sapere della storia d’amore clandestina di Chandler e Monica, è molto divertente. Allo stesso modo, una tabella di lettura di una scena della seconda stagione, in cui Ross e Rachel si baciano per la prima volta, è stata eseguita in modo così straziante da Schwimmer e Aniston che i filmati dell’episodio originale del 1995 sembrano totalmente inutili.

Ecco perché Friends: The Reunion — che dura un’ora e 44 minuti, durante i quali siamo sottoposti all’insipida sigla di Friends non meno di cinque volte, inclusa una in forma orchestrale — sembra un’occasione mancata per vedere questi personaggi che abbiamo imparato a conoscere così bene nell’ultimo quarto di secolo tornano davvero in vita. Il più vicino che otteniamo è un po ‘in cui gli attori ricreano il famigerato gioco a quiz della quarta stagione in cui Rachel e Monica perdono il loro appartamento a causa di Joey e Chandler, ehm, Miss Chanandler Bong. Mettere in scena una riunione in gran parte senza copione era sicuramente un rischio inferiore rispetto a una nuova serie o una tantum, e lo speciale è più avvincente quando al cast è permesso semplicemente divertirsi nei loro dintorni, seduti insieme sul set di Central Perk, o nell’immobile di Monica e Rachel. -Mentralmente gigantesco appartamento del West Village, e ricordi come vecchi amici.

Ma abbiamo anche purtroppo una serie di inspiegabili apparizioni di celebrità come Lady Gaga, che prevedibilmente si fa strada attraverso una interpretazione dell’iconico “Smelly Cat” di Phoebe, e David Beckham, che almeno ha il buon gusto di usare il suo tempo sullo schermo per candidarsi al miglior episodio dello show, “The One Where No One’s Ready”. Un segmento particolarmente eclatante, con fan di tutto il mondo (inclusa l’attivista pakistana Malala Yousafzai) che professano il loro amore per Friends, fallisce nel tentativo di consacrare lo spettacolo come avente più importanza culturale di quanto probabilmente meriti. A volte una grande sitcom è solo una grande sitcom.

# Friends The Reunion film gratis per tutti
# Friends The Reunion film streaming
# Friends The Reunion streaming film
# Friends The Reunion film streaming ita per intero
# Friends The Reunion streaming film ita
# Friends The Reunion film online
# Friends The Reunion film da vedere
# Friends The Reunion vedere film gratis per intero
# Friends The Reunion vedi film gratis
# Friends The Reunion download film
# Friends The Reunion film stream
# Friends The Reunion streaming movies per intero
# Friends The Reunion filme online gratis
# Friends The Reunion film gratis
# Friends The Reunion film streaming gratis
# Friends The Reunion youtube film
# Friends The Reunion youtube film completo
# Friends The Reunion scaricare film gratis
# Friends The Reunion film online gratis
# Friends The Reunion film gratis online

I titoli degli episodi di “Friends” erano decisamente generici: “The One Where Ross e Rachel Take a Break”, “The One With the Monkey”. Il modello diceva alcune cose sullo spettacolo. Questa era una commedia che non si sarebbe mai presa sul serio; non avrebbe chiamato un episodio “Ozymandias”. I suoi titoli presumevano che li avresti dimenticati. Capiva come i fan guardassero la TV e come ne parlassero.

“Friends: The Reunion”, il dolce e irsuto speciale in arrivo su HBO Max giovedì, chiarisce un’altra cosa sui titoli: sono pre-nostalgici. Sono scritti nel modo in cui cercheresti di ricordare gli episodi, retrospettivamente, anni dopo — diciamo, a una riunione.

E quando dico “tu”, includo gli attori che hanno recitato in loro. “Ricordate quello in cui stavate lanciando una palla avanti e indietro?” chiede Jennifer Aniston ai suoi vecchi colleghi. (Si chiamava, infatti, “Quello con la palla”.) Più tardi, Matt LeBlanc ricorda di essere stato nella sua cucina e di aver visto una replica di “quello con i pantaloni di pelle”. (In realtà, “Quello con tutte le risoluzioni.”)

Le star di “Friends” sono, danno o prendono qualche zilione di dollari e copertine di riviste, proprio come noi. Vogliono solo ricordare. E questa riunione è un ricordo, quella macchina. Central Perk, “Smelly Cat”, “We were on a break”; controllare, controllare e controllare.

La nostalgia è stata costruita in “Friends” fino al concetto, che il co-creatore David Crane descrive qui come “Riguarda quel periodo della tua vita in cui i tuoi amici erano la tua famiglia”.

In altre parole, è uno spettacolo su un tempo che sai finirà anche se lo vivi, che guarderai indietro in seguito, con una nuova vita e nuove responsabilità, romanticizzando i giorni in cui eri giovane, caldo e al verde, eppure in qualche modo viveva in un appartamento irragionevolmente grande.
Quindi questo speciale è l’espressione suprema dei percorsi della memoria, un’ora e tre quarti che uniscono diversi formati: un’intervista in stile talk-show con James Corden; un tributo pieno di celebrità; una raccolta di clip dietro le quinte; e una rivisitazione e ri-creazione di scene classiche.

Ma prima, l’acquedotto. “Friends” è sempre stato un equilibrio tra la scrittura di commedie e il sentimento ben sintonizzati, e la riunione inizia e finisce su quest’ultimo. I membri del cast entrano uno alla volta nel vecchio palcoscenico della Warner Bros., tra abbracci e l’ondata di musica angelica, come se si incontrassero nell’aldilà — che, nel senso televisivo, sono.

Dubito che i fan gli daranno fastidio un po ‘di linfa. “Friends” potrebbe essere la sitcom più amata di sempre — con cui non intendo “migliore” o anche “più popolare”, ma semplicemente che il suo successo generale è stato quello di creare un senso di affetto geniale verso se stesso e i suoi personaggi. “All in the Family” ha fatto argomenti. “I Simpson” hanno creato un mondo immenso. Gli “amici” hanno appena fatto amicizia.
Per questo motivo, le testimonianze obbligatorie sono belle ma superflue, anche se è affascinante sentire la vincitrice del Premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai descritta dalla sua migliore amica Vee Kativhu come “Joey con un pizzico di Phoebe”.

Allo stesso modo, l’intervista di Corden sembra periferica tra tutti gli elementi qui, soprattutto perché molte delle sue domande si riducono a “Ricordi quando?” e “Cosa ricordi?” (Una domanda sulle relazioni fuori campo fornisce una quasi rivelazione che un team pubblicitario competente proverà a strombazzare come se fosse una prova della vita su Marte.)

Lo speciale è migliore quando si allontana dal cast e ci mostra cosa ci ha attratti a loro e loro l’uno per l’altro. Come le note speciali, erano relative incognite gettate all’improvviso nel panopticon delle celebrità. Ora sono come un equipaggio di astronauti, legato da un’esperienza ultraterrena. Come dice David Schwimmer, solo loro sei capiscono veramente quello che hanno passato l’un l’altro, e ora c’è una sensazione di protezione nelle loro interazioni.

La cosa migliore della riunione è quello che non è: il cast e i creatori sono fermamente convinti di non realizzare mai un episodio di revival dove sono adesso. (“Non voglio che il lieto fine di nessuno venga svelato”, dice Lisa Kudrow, e grazie a Dio.) Invece, ricreano l’esperienza della serie con dei calci piazzati, come una ripresa del gioco a quiz tra ragazzi e ragazze di “ Quello con gli embrioni ”e, soprattutto, si legge nella tabella.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store